Per terapie fisiche si intendono tutti quei trattamenti che vengono somministrati  tramite strumenti elettromedicali. Ogni apparecchio sfrutta principi e mezzi fisici differenti tra loro, col fine di stimolare una risposta biologica specifica dal nostro corpo. A seconda della patologia, livello di infiammazione e profondità dei tessuti, si possono sfruttare una o più terapie per accelerare i tempi ed aiutare i trattamenti manuali.

“Non esiste una terapia fisica migliore di altre: come un abile falegname, il Fisioterapista, utilizza ogni volta uno strumento diverso a seconda di quello che deve fare…”

Raramente la terapia fisica si sostituisce completamente alle mani del fisioterapista, poche infatti sono le patologie che traggono giovamento solo dagli elettromedicali. Va chiarito infatti un concetto importante: la terapia fisica è un’ottima strada per annientare il dolore, l’infiammazione, ma non elimina il meccanismo di origine di tale condizione.

Ad esempio una grave tendinite del capo lungo del bicipite da un punto di vista del “dolore” può essere risolta in breve tempo grazie alla terapia fisica ma i meccanismi muscolari che l’hanno scatenata restano invariati (accorciamento muscolare,spalla lassa,tensioni scapolari…) ed in modo subdolo torneranno a manifestare di nuovo lo stesso problema.

Quindi la terapia fisica è uno strumento molto potente nelle mani del fisioterapista per eliminare i sintomi, facilitare la riabilitazione ma fa sempre parte di un progetto più grande di recupero e riabilitazione.

Start typing and press Enter to search