Intro

“Non è solo un cerotto…non è un farmaco…non è solo moda…
funziona!”

Il tape kinesiologico o Kinesio Taping è una metodica nata negli anni 70′ negli U.S.A. sviluppata dal Dott. Kenzo Kase. Il suo scopo era quello di voler dare uno stimolo neurologico e meccanico continuo ai tessuti ed ai muscoli, a riposo e sopratutto in movimento. Dopo le Olimpiadi di Seoul del 1988 il metodo è diventato conosciuto in tutto il mondo. In Italia solo nell’ultimo decennio grazie al Calcio è arrivato agli onori della cronaca, ma questa metodica è utilizzabile ed applicabile in qualsiasi ambito sportivo e contesto quotidiano. Oggi il Kinesiotaping è conosciuto ed applicato sotto vari marchi e nomi da decine di migliaia di fisioterapisti in tutto il mondo, nel campo sportivo, ortopedico e riabilitativo.

Dott.Kenzo Kase

Kenzo Kaze storia

Principio

I nostri muscoli e articolazioni prendono informazioni sulla loro posizione e stato non solo dai loro specifici organi di senso (Organi Tendinei del Golgi, Fusi Neuromuscolari, Corpuscoli di Pacini) ma anche dallo stato di tensione della nostra cute. Il Kinesiotape ha lo stesso coeficente di elasticità della pelle umana ed applicandolo con specifici accorgimenti, possiamo dare “false” informazioni al corpo umano a fine correttivo. Questa può essere una base neurologica per il suo funzionamento di base.

Poi abbiamo l’effetto meccanico, dove grazie alla sua elasticità, speciale colla spalmata ad onde, se applicato in modo mirato, crea numerose grinze sulla cute, le quali hanno un vero e proprio effetto massaggiante sui tessuti profondi.

All’atto pratico è cotone elasticizzato in una sola direzione, senza lattice, spalmato di una speciale colla con pattern ad onde, SENZA ALCUN TIPO DI FARMACO AL SUO INTERNO. Possiamo avere vari colori, nei quali non cambia nulla se non un eventuale effetto cromoterapico legato ad esempio alla comportamento più termico del colore Nero o un effetto più “freddo” del colore Azzurro.

Nel nostro studio utilizziamo solo l’unico ed orginale Kinesio Tex Gold, che garantisce al massimo tutti gli standard di resistenza, elasticità, tenuta all’acqua e sicurezza.

Effetti e Risposta Biologica

Come spiegato, abbiamo diversi tipi di effetti, tra i primi quelli neurologici:

  • possiamo rinforzare o diminuire il tono di un muscolo
  • possiamo alterare la postura
  • stimolare di continuo i recettori della pressione e quindi ridurre il dolore

Ed effetti di carattere più meccanico:

  • dare sostegno meccanico elastico a tendini, legamenti ed articolazioni
  • grazie alle grinze possiamo ridurre la pressione sui tessuti, smuovere liquidi interstiziali e ridurre l’irritazione sulle terminazioni nervose
  • drenare liquidi ed ematomi

Modo d’uso

A seconda dell’effetto ricercato dal terapista, il paziente viene invitato a tenere determinate posizioni, durante le quali viene applicato il Tape. Queste viene tagliato con diversi metodi onde ottenere un risultato o assecondare una determinata area anatomica. Può essere applicato praticamente ovunque.

L’applicazione richiede poco tempo ed il suo effetto è praticamente immediato: il vantaggio del Kinesio Tape è che lavora 24h su 24h, dando informazioni costanti al corpo, con una efficacia proporzionale al movimento. Infatti più ci muoviamo e più il tape lavora. Stando perfettamente immobili il Tape non ha quasi alcun effetto. Una sua unica applicazione può durare fino a 4-5 giorni se rispettati certi accorgimenti (vedi fondo pagina).

Prima dell’applicazione la cute viene normalmente detersa e sgrassata con alcool, se ci sono troppi peli il paziente viene invitato precedentemente ad effettuarne la pulizia.

Campo d’uso

Teoricamente può essere terapia elettiva o di supporto per qualsiasi condizione o patologia. Usato in modo corretto può aiutare e paziente e fisioterapista in qualsiasi area del corpo umano. Ovvio che a seconda della condizione è più o meno indicato per avere risultati più immediati. E’ profondamente consigliato per:

  • Ematomi post operatori ed edemi: qui in particolar modo ha un effetto a dir poco magico e miracoloso, dove in questo articolo potete vedere un esempio.
  • Tendiniti: ottimo supporto per dare riposo al tendine.
  • Stiramenti muscolari: ottima protezione meccanica e neurologica al muscolo
  • Contratture: azione neurologica rilassante.
  • Cicatrici “Incollate”: qui è un ottimo strumento per aiutare a mobilizzare, “scollare” la vostra cicatrice operatoria.
  • Dolore muscolare diffuso: azione drenante e neurologico
  • Affaticamento muscolare
  • Tessuti molli infiammati: contusioni, borsiti.

Ricordiamo che il bello di questa terapia è la sua totale compatibilità con l’acqua e l’attività fisica: durante l’applicazione e POTETE E DOVETE fare attività fisica, anche sportiva.

 

Pertanto all’atto pratico possiamo tranquillamente utilizzarlo per:

  • Lombalgia e lombosciatalgia
  • Cervicalgia e cervicobrachialgia
  • Gomito del Tennista
  • Spalla dolorosa
  • Conflitto acromioclaveare
  • Tenosinovite di De Quervain

E tante altre patologie ortopediche o neurologiche.

Controindicazioni

E’ sconsigliato o vietato l’uso del Tape quando abbiamo:

  • Lesioni locali della cute
  • Dermatiti atipiche

Si sconsiglia di prendere eccessiva abbronzatura, in quanto il Tape lascerà la sua “ombra” sulla cute e potrebbe dar luogo a reazioni allergiche, dovute alla combinazione di sudore, calore e Sole.

Consigli

Se già coscienti di sottoporvi a questa trattamento:

  • Evitate l’uso di creme idratanti o di altro tipo.
  • Rimuovere eventuale ed eccessiva peluria.

Tape e Cute

Il Tape Kinesiologico Tex è il top gamma nel settore, l’unico e originale che garantisca la sua sicurezza ed efficacia. Ad ogni modo si possono avere remote manifestazioni allergiche, arrossamenti, pruriti. In tal caso rimuovere delicatamente il nastro. In presenza di bolle con forte prurito, contattare un medico: evitate l’automedicazione in campo dermatologico, alcune dermatiti allergiche, con la pomata sbagliata, possono dar luogo a serie lesioni. Diamo queste informazioni per correttezza e principio, altrimenti oltre leggeri pruriti non abbiamo mai avuto problemi.

Prendersi Cura del Tape Kinesiologico

  1. Taglia i bordi rialzati: se si staccano i bordi delle teste o delle code, questi vanno rimossi tagliandoli con forbicine delle unghie, altrimenti l’attrito coi vestiti farà staccare tutta l’applicazione.
  2. Attenzione ai vestiti: mentre ci si veste e ci spoglia, fate attenzione a non strofinare eccessivamente l’abbigliamento contro il nastro. Ad esempio in caso di applicazione ai piedi, indossate i calzetti allargandoli al massimo.
  3. Se a causa dei bordi, avete rimosso oltre 1/3 della lunghezza totale del tape, è meglio rimuovere tutta l’applicazione in quanto perde efficacia. In caso di dubbi non esitate a contattarci.

LA DOCCIA

  • Potete fare la doccia,piscina,bagno…
  • Evitate acqua troppo calda e sapone direttamente sul tape
  • Non strofinate sopra l’applicazione
  • Per asciugare tamponare, non usate il Phon!

TAPE E IL SOLE
E’ consigliabile evitare l’esposizione eccessiva al Sole della zona in trattamento. Così facendo eviterete di avere per tutta la stagione il segno chiaro sulla pelle ed eventuali reazioni cutanee catalizzate dal Sole e dal sudore.

RIMOZIONE DEL TAPE
NON RIMUOVETE IL TAPE CON UNO STRATTONE: non è una ceretta, questa colla spesso ha una presa molto salda sulla cute. Il tape va rimosso delicatamente, usando acqua calda, sapone, oli. Una rimozione “secca” e violenta, potrebbe dare luogo ad importanti dermatiti o persino lesioni. FATE PIANO, non è un consiglio è una raccomandazione.

Start typing and press Enter to search